Viviamo innegabilmente in un mondo sempre più guidato dai dati. Tutti conosciamo il termine Big Data, ossia “dati massivi” che possono essere utilizzati e analizzati allo scopo di identificare tendenze pertinenti e ottimizzare le pratiche aziendali. Ma quali benefici apportano effettivamente i Big Data alle aziende? Come vengono utilizzati i Big Data come mezzo per far crescere le aziende? E ancora, come è possibile ottenere il massimo da un progetto di Big Data?

Studio BARC su come le aziende utilizzano l’analisi dei Big Data

Nel 2015, il Business Application Research Center (BARC) ha cercato di dare risposta a queste domande conducendo uno studio ad ampio raggio analizzando il modo in cui alcune delle più grandi aziende del mondo utilizzano l’analisi dei Big Data. Su cinque società intervistate due avevano implementato pratiche di Big Data: un rapporto abbastanza elevato per essere un dato di tre anni fa. I risultati chiave dello studio, inclusi i vantaggi dell’analisi dei Big Data e gli ostacoli che le aziende devono affrontare per fare parte dei processi aziendali integrati, possono essere riassunti come segue:

  • Oltre il 40% delle aziende in tutto il mondo utilizza l’analisi dei Big Data, ma i risultati possono variare per una serie di motivi. Ad esempio, può essere difficile per le aziende incorporare le modifiche richieste e, sebbene abbiano identificato i vantaggi dei Big Data, potrebbe esserci una resistenza al cambiamento tra i vari reparti.
  • L’analisi dei Big Data deve diventare parte dell’ethos aziendale. Un punto importante è che nel 61% delle aziende in cui le iniziative di Big Data fanno parte di processi aziendali integrati, l’alta dirigenza è il driver principale. Se il senior management non supporta l’utilizzo dell’analisi dei Big Data, è difficile aspettarsi che altri dipendenti dell’azienda lo facciano. Il senior management deve quindi far capire ai dipendenti di ogni livello dell’azienda l’importanza dell’utilizzo dell’analisi dei Big Data.
  • Le organizzazioni che hanno utilizzato i Big Data hanno registrato un aumento dell’8% delle entrate e una riduzione del 10% dei costi, cifre che testimoniano l’efficacia dei Big Data quando vengono utilizzati correttamente.
  • Quasi 7 aziende su 10 hanno scoperto che l’utilizzo di pratiche di Big Data le ha aiutate a prendere decisioni strategiche migliori, mentre più della metà riteneva che il concetto portasse ad un miglior controllo dei processi operativi e ad una maggiore comprensione dei clienti.

I problemi legati ai Big Data

Come le aziende utilizzano l'analisi dei Big Data: vantaggi e ostacoli

L’ostacolo preminente da superare è la diffidenza delle aziende a condividere i dati su cui i Big Data potrebbero lavorare. Tutte le aziende che utilizzano Big Data desiderano rendere la propria azienda più efficiente. Le ragioni per cui le iniziative di questo tipo a volte hanno successo non hanno nulla a che fare con la sua stessa potenza. Piuttosto, ha a che fare con il modo in cui gli analisti lo implementano.
Il problema maggiormente segnalato nello studio BARC per l’implementazione di un progetto di Big Data di successo è il know-how analitico e tecnico inadeguato. In altre parole, le grandi iniziative sui dati stanno fallendo a causa dello staff che non ha le competenze adeguate per incorporare le modifiche in modo efficace.
Un altro deterrente comune all’adozione dei Big Data è la privacy e sicurezza dei dati e ciò rafforza la necessità di personale tecnico altamente qualificato che non commetta errori. Detto ciò, molte aziende avranno bisogno di assumere nuovo personale se avranno successo usando l’analisi dei Big Data e se i dipendenti non sono sufficientemente specializzati.